Mario Merz Prize, fino al 21 maggio alla Fondazione Merz di Torino

Il Mario Merz Prize, premio biennale internazionale per l’arte e la musica, è stato istituito nel 2013 per promuovere artisti e giovani compositori attraverso una fitta rete di esperti di livello internazionale; la manifestazione ha come obiettivo la costruzione di una nuova rete di programmazione espositiva e musicale in Italia e in Svizzera. L’edizione 2017 è attualmente in corso presso la sede della Fondazione Merz fino al 21 maggio. Negli spazi di Via Limone 24 a Torino è possibile ammirare e votare le opere in concorso, che verranno successivamente valutate anche da due giurie internazionali: quella artistica è composta da Manuel Borja-Villel (Direttore Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia di Madrid), Lawrence Weiner (artista), Massimiliano Gioni (Direttore Artistico New Museum di New York e Fondazione Trussardi di Milano) e Beatrice Merz, quella musicale da Dieter Ammann (compositore), Thomas Demenga (violoncellista e compositore), Alexander Lonquich (pianista) e Willy Merz.

Gli artisti scelti sono Francesco Arena, Gili Lavy, Petrit Halilaj, Shahryar Nashat e Suha Traboulsi. Le opere selezionate per l’esposizione sono tra le più significative del catalogo dei finalisti. Per quanto riguarda la parte musicale, i compositori in gara sono Gabriele Cosmi, Elvira Garifzyanova, Geoffrey Gordon, Pierre Marietan e Catherine Milliken; è possibile ascoltare la registrazione del concerto al primo piano della Fondazione. Ai due vincitori saranno commissionati una mostra personale itinerante in Italia e in Svizzera e un brano per un’orchestra d’archi da eseguire in concerto nei due paesi più un intervento musicale per uno spazio musicale.

Per votare è possibile anche collegarsi al sito mariomerzprize.org.

TO MOVE BOX

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *