Una Marchigiana (e le sue scarpe) a Torino

Camminare bene è una questione di scelte; e di cultura, aggiungo. Preferire la qualità alla quantità non è questione di portafogli ma di consapevolezza. Perché, qualsiasi sia la propria disponibilità economica, è sempre preferibile acquistare pochi prodotti (magari spendendo un po’ di più) di qualità, resistenti e durevoli, che tante cianfrusaglie destinate a rompersi dopo poche settimane. La Marchigiana unisce alla bellezza estetica delle proprie scarpe la qualità tipica dell’artigianato italiano e un pizzico di innovazione, con il valore aggiunto di un’azienda a conduzione familiare che nel corso degli anni ha saputo rinnovarsi, andando oltre le difficoltà.

Gabriele e Filomena, originari di Force in provincia di Ascoli Piceno, hanno gestito fino al 2007 un’azienda di 15 dipendenti in grado di produrre fino a 1000 paia di scarpe a settimana con un proprio marchio (Wild) e per alcune tra le più grandi case di moda italiane. Nello stesso anno, la crisi meglio conosciuta come Grande Depressione ha chiuso quel glorioso capitolo, ponendo il patron di fronte a un interrogativo inevitabile: spostare la produzione nell’Europa dell’est, trasferirsi in Cina come consulente o restare in Italia osando qualcosa di tanto affascinante quanto rischioso. È stata la figlia Daniela, studentessa in Storia dell’Arte a Viterbo, a suggerire a papà Gabriele la soluzione più difficile ma quanto mai lungimirante: cambiare vita, prendere la licenza da venditore ambulante e fare del proprio know-how la propria ricchezza.

Le strade e le piazze, come accade nelle storie più belle, hanno plasmato la rinascita del gioiellino di famiglia, soprattutto grazie ai mercatini fatti in giro per l’Italia e a Torino, città in cui Daniela ha deciso di mettere radici iscrivendosi alla Scuola di Specializzazione in Architettura e Paesaggio del Politecnico. Sono stati proprio gli anni torinesi a creare quell’affezionata clientela che ha successivamente ispirato la piccola bottega di San Salvario (recentemente ingrandita), aperta ad ottobre 2012 in Via Saluzzo 33. Il nome scelto, La Marchigiana, ha l’obiettivo concreto di gridare al mondo la caratterizzazione orgogliosamente local dei prodotti proposti: alle scarpe, sempre a marchio Wild, si sono poi aggiunte borse e accessori fatti a mano da Daniela rispolverando la vecchia passione per l’handmade.

Le scarpe sono, senza ombra di dubbio, il punto di forza della Marchigiana. Il segno distintivo che le rende uniche e preziose è rappresentato dal ciclo produttivo, realizzato in modo totalmente artigianale nella casa di campagna dove Gabriele e Filomena vivono da sempre, con il primo piano destinato a laboratorio e il secondo a casa privata. La parte compositiva, dal design al modello passando attraverso la scelta delle forme e dei pellami, è totalmente a cura di Daniela, mentre tocca a mamma e papà tradurre in materia l’idea iniziale seguendo personalmente l’intero iter, dal taglio della pelle alla cucitura. L’attuale capacità produttiva è di 30 paia di scarpe al mese, con modelli standard personalizzabili nei materiali e nella suola. Il concept è quello di calzature dal gusto antico, dall’aspetto volutamente vissuto e logorato stile Charlie Chaplin, con forme tondeggianti e “bombose”; a questo si contrappone un interno estremamente tecnico e innovativo, con fodere sportive lavorate a nido d’ape che garantiscono comfort “effetto sneaker” a suole in cuoio e footbed rimovibili che consentono l’utilizzo di plantari ortopedici ad-hoc in caso di necessità.

È possibile migliorare ulteriormente un’attività così? Secondo Daniela sì! Gli obiettivi per il futuro sono già chiari e vanno in due direzioni: la formazione di personale specializzato nel settore calzaturiero e pelletteria da inserire nel team di lavoro (attività già parzialmente svolta con corsi estivi di shoemaking destinati a turisti olandesi e belgi appassionati) e la soddisfazione totale delle richieste dei clienti integrando, alla vendita di prodotti fatti e finiti, un’area “su misura” dove poter personalizzare anche il minimo dettaglio.

Dove trovare i prodotti Wild (scarpe), La Marchigiana (borse e accessori) e Souvenir d’Italie (borse e accessori)? Direttamente in negozio o sulle piattaforme online Vathir e Well-made (online solo borse).

La Marchigiana sui social

Facebook

Instagram

TO MOVE BOX

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *